I “primi passi” nella scuola materna


Queste son righe scritte mentre Sirio frequentava la scuola materna, e quindi approcciava alla didattica soprattutto scoprendo la socialità, misurando se stesso nella collettività.
Fu l’inizio di un percorso che cambiò totalmente la quotidianità di tutti noi, cambiò il suo carattere, la sua euforia, permise di limare le frustrazioni e di iniziare a sognare in grande, sperimentando ogni cosa

Per un bambino con una grave disabilità la scuola è fondamentale, soprattutto la materna dove la didattica e il gioco si fondono.
Quando hai un figlio con una tracheostomia, che mangia e beve attraverso una peg, che non deambula e che ha bisogno di continua assistenza le istituzioni ti spingono ad aspettare la scuola dell’obbligo. Ricordo che la prima volta che andai ad informarmi per iscriverlo mi dissero basiti e balbettanti “Signora, chi le ha parlato della materna?”.

Sirio è andato a scuola subito dopo il compimento dei tre anni, con la sua infermiera accanto, il suo aspiratore, i sondini, le siringhe per bere e mangiare, la sua sedia che ha imparato a gestire molto bene in quell’aula.
Sirio ha partecipato ad ogni recita attivamente e a modo suo, ha partecipato alle gite, ha fatto gli stessi lavoretti, risponde all’appello, gioca impara e si diverte.
Sirio ora entra in classe con le sue gambe.
Abbiamo avuto la fortuna di incontrare persone eccellenti che si sono sapute mettere in gioco e imparare il suo linguaggio, che hanno imparato ad amarlo e a comprenderlo come noi.
Ogni grave disabilità ha il diritto di vivere la socialità, la condivisione, l’esperienza preziosa dell’inclusione. Non vi fate abbattere dalla burocrazia, da chi vi dice che è complicato e che in fondo a casa son più tutelati: questi bimbi devono poter andare a scuola, devono poter essere parte della comunità, devono poter insegnare ai loro amici la stupefacenza di una vita diversa dalle altre, e da loro imparare la bellezza della normalità.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...